f.lux: ecco come lo schermo del tuo dispositivo può aiutarti a conciliare il sonno

0
20

f.lux

Smartphone, tablet e pc hanno ormai invaso le nostre vite a tal punto che molti non riescono più a vivere senza internet. Passiamo diverse ore con gli occhi incollati allo schermo  spesso ssenza renderci conto del grave danno che una prolungata esposizione luminosa può arrecare ai nostri occhi e conseguentemente alla nostra salute.

f.lux è un semplice strumento gratuito per regolare automaticamente la luminosità del tuo schermo in base alla posizione del sole. Idea carina, se non fosse che la gran parte dei lavoratori moderni risiede in uffici dove impera l’illuminazione artificiale

Per prevenire fastidi alla vista, occorre una postazione di lavoro ergonomica che rispetti alcune basilari regole. Inutile installare software come EyeDefender o Eyes Relax se poi non regoli bene le fonti luminose a tua disposizione e la luminosità dello schermo. f.lux è un’utility gratuita che ottimizza automaticamente il contrasto del monitor in base alla posizione del sole.

f.lux si insedia nella system tray. Da qui puoi accedere al pannello di controllo per configurare le pochissime opzioni su cui puoi avere voce in capitolo. Tutto quello che potrai fare sarà inserire la latitudine della città in cui ti trovi (se non la conosci usa Google Earth oppure cerca la tua città su Wikipedia).

Fatto questo, f.lux aggiusterà automaticamente le impostazioni in modo che al sorgere del sole lo schermo diventi via via più luminoso e al tramonto sempre meno. L’unica ulteriore opzione ti permette di disabilitare per un’ora f.lux nel caso in cui tu abbia bisogno della massima luminosità per svolgere qualche particolare operazione. Cliccando sul simbolo del sole, inoltre, potrai vedere un’anteprima dei cambiamenti di luminosità a cui sarai soggetto.

Tutto sommato, f.lux è un programma estremamente basico che dà per scontato che chiunque abbia la fortuna di vivere e lavorare all’aria aperta con un sole splendente tutto il santo giorno e senza alcun uso di lampadine a fluorescenza, luci al neon, candele e simili. Poiché la maggior parte dei comuni mortali lavora in ben altre condizioni, sarebbe stato opportuno un pannello di opzioni un tantino più articolato.

Più precisamente…

Sembra un po’ un nome pensato per qualcosa di buffo, ma in realtà f.lux è molto di più. Nato dalle menti di Michael e Lorna Herf, consiste sostanzialmente in un software pensato proprio per abbattere i disturbi causati dall’eccessiva esposizione a schermi luminosi, prettamente dotati di luce chiara. È proprio quest’ultima che sarebbe la causa di ciò che chimicamente avviene nel nostro organismo: il sonno viene conciliato nel nostro corpo dalla produzione dimelatonina, sostanza prodotta da più organi durante le ore notturne che viene esaurita fino al risveglio, quando subentra la luce del sole.

Il nostro corpo compie appunto questo ciclo, riconosciuto comeritmo circadiano (vi consigliamo la lettura relativa a questa pagina), e l’esposizione a display durante la notte tende appunto a ridurre la produzione della melatonina, sostanza che fa avvertire il sonno. Non è il caso di estremizzare: passare qualche ora a navigare il web sul proprio PC o a giocare sul tablet di sera non è certamente sinonimo di nottata passata in bianco, ma è ormai riconosciuto che esporsi a forti luci – e sono incluse anche quelle dell’inquinamento luminoso presenti nelle grandi città – causa una riduzione del sonno.

Come si impone quindi f.lux per risolvere il problema? Semplicemente variando la temperatura dei colori riprodotti dai display presenti sui nostri monitor. No, non si tratta di variazioni di calore, ma di alterazioni cromatiche per i pannelli che sono prodotti da parte delle aziende famose (LG e Sharp sono le principali) per essere chiari e limpidi anche alla luce solare quotidiana. Quando però, nelle ore tarde, la chiarezza dei display inizia a non essere più necessaria – e non parliamo solo di luminosità, anche se questa ha il suo peso – il candido e freddo bianco, tendente al blu, può diventare un po’ più giallo; “invecchiare un po”‘.

A quale scopo? Semplice: il nostro organismo, di fronte a computer dotati di display non troppo luminosi e chiari (come la luce del sole appunto), continua a produrre normalmente la sostanza indispensabile al sonno. Può sembrarvi assurdo, ma è così. Non stressare la vista per poter riposare è una cosa fondamentale, e come già detto segue numerose caratteristiche: è importante ridurre la luminosità dei monitor, o allontanarsi dalle luci e non stressare la vista.

Al primo avvio il piccolo software, che si mostrerà come un piccolo box in trasparenza sul vostro desktop, chiederà la vostra posizione geografica. f.lux integra infatti le mappe di Google Maps per potervi localizzare mediante il nome della vostra città o il CAP e calcolare, tramite latitudine e longitudine, le varie fasi solari (quindi a che ora tramonta e a che ora sorge il sole). In questo modo il piccolo software sarà in grado di disporre su una sinusoide, accessibile nella schermata principale visibile dopo aver impostato la propria location, tutti i vari valori per le variazioni di temperatura sul monitor.

Ciò consiste sostanzialmente in una autoregolazione della temperatura che di giorno rimane fredda per essere ben visibile alla luce solare, e di sera tende a diventare più calda per far riposare gli occhi e il nostro organismo. Il funzionamento principale è questo, ma ovviamente possono esservi alcuni settaggi utili per personalizzare l’esperienza di cromatizzazione del proprio display. La prima è ad esempio l’opportunità di scegliere il range di temperatura di colore che f.lux deve utilizzare per variare durante l’arco della giornata: un’alterazione molto moderata potrebbe essere ad esempio 6000K per il giorno e 5000K per la notte.

Screenshots:

f.lux è disponibile per PC (Windows, Mac, Linux), Android (con  permessi di Root attivi) e Iphone/iPad (con jailbreak).

Per scaricare ed installare f.lux sul vostro dispositivo cliccate sul link giusto per voi:

***DOWNLOAD*** f.lux per PC

***DOWNLOAD*** f.lux per Android

Non esitate ad esprimere il vostro parere nella sezione commenti qui in basso.

Fonti:
https://www.ridble.com
http://it.softonic.com

Se ti piace il nostro sito e vuoi contribuire a darci una mano, non esitare a offrirci un caffè o almeno visitaci senza Adblock 🙂

- Ads -

Rispondi