I consigli per rendere sicuro uno smartphone Android

0
328

Lo smartphone è un oggetto che contiene una lunga serie di dati sensibili e di ricordi personali, dai riferimenti dei conti bancari alle foto, dai social network alle credenziali per accedere ai siti, tra cui quelli per giocare ai casino.betfair.it/p/casino-live. Si tratta, quindi, di un dispositivo esposto a dei rischi e, proprio per questa ragione, ne va minimizzata la vulnerabilità. Ecco i principali trucchi per rendere sicuro uno smartphone con sistema operativo Android.

Abilitare un sistema di blocco

I furti dei dati e degli account possono essere portati a termine sia tramite degli attacchi informatici sia attraverso il furto fisico del dispositivo. Per limitare i potenziali rischi in quest’ultimo caso, è doveroso impostare un sistema di blocco dello smartphone, così da poter effettuare l’accesso solo mediante un’autenticazione, che può avvenire per mezzo del riconoscimento del viso o delle impronte digitali oppure immettendo un PIN.

Evitare di connettersi alle reti WiFi pubbliche

Le reti WiFi pubbliche, come quelle degli aeroporti, delle stazioni ferroviarie o degli hotel, espongono coloro che si collegano a grandi rischi di violazione della privacy e dei dati personali. Se proprio non si può fare a meno di utilizzare le reti pubbliche, è bene ricorrere a un servizio di VPN, tecnologia che permette all’utente di navigare in totale anonimato e nella piena salvaguardia della privacy.

Mantenere il sistema aggiornato

App e sistema operativo devono essere sempre aggiornati, in quanto gli aggiornamenti riguardano spesso la correzione di bug e di falle che potrebbero rendere il sistema vulnerabile. Gli aggiornamenti, in genere, vengono effettuati in modo automatico, ma si consiglia di verificare di tanto in tanto se l’OS sia effettivamente aggiornato all’ultima versione disponibile.

Attenzione alle password

È buona norma utilizzare una password differente, e possibilmente efficace, per ogni account. Considerando che sarebbe impossibile tenere a mente decine e decine di diverse combinazioni, si suggerisce di affidarsi a un password manager, ovvero delle applicazioni progettate appositamente per custodire in sicurezza tutte le credenziali e tenerle protette dai tentativi di furto.

Eliminare le app non utilizzate

Bug e virus infettano lo smartphone Android anche attraverso le app. Visto che un normale utente ne installa a decine per poter svolgere le attività a cui è interessato, il rischio è sempre costante. Per minimizzare la possibilità che il dispositivo venga infettato, è bene procedere periodicamente con l’eliminazione delle applicazioni che non vengono impiegate.

Usare l’autenticazione a due fattori

All’interno dello smartphone Android, come già detto, sono spesso presenti delle credenziali che consentono di accedere a servizi bancari o a siti in cui si possiede un portafoglio elettronico contenente dei soldi, come ad esempio quelli relativi alle piattaforme in cui è possibile giocare a poker, a blackjack e alle slot online. Il miglior metodo per proteggere tali account è quello di utilizzare l’autenticazione a due fattori, sistema che permette di accedere al sito solo dopo aver inserito le credenziali e un ulteriore codice fornito tramite posta elettronica, mediante messaggi di testo o attraverso delle specifiche app.

Segui guruhitech su:

Esprimi il tuo parere!

Ti è stato utile questo articolo? Lascia un commento nell’apposita sezione che trovi più in basso e se ti va, iscriviti alla newsletter.

Per qualsiasi domanda, informazione o assistenza nel mondo della tecnologia, puoi inviare una email all’indirizzo [email protected].

- Ads -

Rispondi