L’importanza dello streaming per l’industria dei videogiochi nel XXI secolo

0
63

Si potrebbe pensare che i videogiochi siano un hobby proattivo, perché mette il giocatore direttamente in controllo. Tuttavia, l’arrivo dello streaming sembra capovolgere completamente questa idea, offrendo di guardare qualcuno in un altro gioco. Come spiegare questa nuova tendenza singolare divenuta, inoltre, una sorta di vero e proprio fenomeno sociale?

Lo streaming, e le tante piattaforme per farlo, come Twitch, YouTube e, più recentemente, Mixer, non sono più davvero nuove per i giocatori. Infatti, questa pratica si è unita a tutte le altre abitudini di gioco. Lo streaming è, fondamentalmente, l’evoluzione di un altro format, a sua volta molto popolare a suo tempo: quello di Let’s Play. Questo è un tipo di video emerso alla fine degli anni 2000, in particolare guidato dal gigantesco boom culturale di YouTube. Consiste in un giocatore che registra il suo gioco mentre commenta spontaneamente in diretta le sue azioni o qualsiasi altra cosa in assoluto.

Lo streaming significa semplicemente fare la stessa cosa, ma dal vivo, permettendo allo streamer di interagire direttamente con il suo pubblico attraverso una chat e aggiungendo ancora di più a quel senso di spontaneità. A seconda di quest’ultimo, può essere guidato, può correre rischi per il suo pubblico o semplicemente si potrà scegliere di parlare di tutto e niente con lui.

Ma perché lo streaming è così popolare? Indubbiamente, lo streaming è diventato enormemente democratizzato nel giro di pochi anni, ma, cosa porta ad essere al centro delle abitudini di così tante persone? Quali sono i diversi motivi per cui questi giocatori seguono queste nuove stelle del XXI secolo? Sinteticamente, è una volontà di vedere di più che di giocare.

Infatti, soprattutto nel caso di giochi altamente narrativi, alcuni spettatori non sono tanto interessati al gameplay quanto alla storia del gioco stesso, che nella maggior parte dei casi, si svolgerà in un modo molto simile, indipendentemente da chi detiene il controller. Giochi come la serie Telltales o RPG come Final Fantasy si adattano molto bene all’osservazione proxy. È anche una interessante alternativa economica, perché il gioco è gratuito e non dipende dalle capacità dello spettatore il progredire.

D’altra parte, come gli investitori sono alla ricerca delle migliori app trading, gli spettatori streaming sono attratte dall’andare a cercare di guardare una performance creata dal giocatore. Prestazioni che, se possono essere replicate sul proprio gioco, spesso superano le abilità del giocatore medio.

È una pratica molto più specifica per giochi complessi, e molto presente negli ESport. Anche in questa categoria ci sono speed runner e super player, in generale, i quali mirano a rompere i confini di un gioco, preferibilmente nel modo più spettacolare possibile. In gran parte, la presenza di personalità carismatiche, è il criterio principale per l’attrazione del pubblico, e, in un certo senso, è una presenza necessaria nello streaming.

Proprio come gli appassionati di TV hanno i loro divi e le loro stelle, molte persone hanno i loro streamer preferiti. Quindi, non seguono il loro canale tanto per i loro contenuti, ma, piuttosto per la persona stessa.

Lo streaming, ha per di più, la possibilità che consente all’utente di poter andare ad interagire direttamente con quest’ultimo attraverso la chat, o in mancanza, con il resto del pubblico, spesso fornendo un certo spettacolo in parallelo. Il fenomeno dello streaming può sembrare un proprio elemento di contenuto, ma, in realtà gli streamer hanno spesso un impatto molto significativo sull’industria dei giochi nel suo complesso, specialmente per quanto riguarda la visibilità di un gioco.

In effetti, gli streamer, spesso seguiti per le loro personalità indipendentemente dalla trasmissione del gioco, fungono da potenti catalizzatori. Giocando a un gioco, lo espongono a tutte le persone che compongono il loro pubblico. Andando a concludere, più vasto è questo pubblico, più è probabile che questo gioco venga catapultato nell’olimpo dei videogiochi più apprezzati.

- Ads -

Rispondi